CENTENARIO – Congresso Regionale delle Bonifiche Venete

22 Marzo 2022

Il Congresso regionale veneto delle bonifiche, tenutosi a San Donà di Piave dal 23 al 25 marzo 1922, fu il primo appuntamento rilevante coordinato dalla Federazione Nazionale dei Consorzi di Bonifica. Nel corso dei lavori fu approfondito il “principio di integralità” della bonifica: fu sottolineata l’interdipendenza tra sistemazione dei bacini montani e recupero produttivo delle pianure e l’importanza del coordinamento tra riassetto idrogeologico del territorio e trasformazioni fondiarie. Come sottolineò Max Ravà, Presidente dell’Istituto Federale di Credito per il Risorgimento delle Venezie e Presidente del Comitato ordinatore del Congresso, «non si coltiva laddove le case non possono ricoverare il colono, le stalle raccogliere gli animali, i magazzini conservare i prodotti, le strade consentire il traffico, le opere igieniche rendere possibile la vita».
Al Congresso parteciparono esperti e studiosi di ogni parte d’Italia, oltre ad autorevoli rappresentanti del Governo e del mondo politico, a testimonianza  dell’attenzione che veniva prestata in quel momento al tema della bonifica nei suoi vari aspetti.
Per celebrare il centenario del Congresso del marzo del 1922, l’Associazione Nazionale Consorzi di gestione e tutela del territorio e acque irrigue (ANBI), in  collaborazione con l’Università degli Studi di Padova e docenti appartenenti ad altre 14 Università italiane, ha organizzato una serie di eventi che verranno realizzati nell’arco di un anno e si concluderanno a marzo 2023 con l’obiettivo di creare occasioni utili per elaborare un percorso che i Consorzi di bonifica dovranno intraprendere nel prossimo futuro per affrontare le nuove criticità poste dal cambiamento climatico, per realizzare interventi virtuosi nel rispetto  dell’ambiente e della biodiversità e per dialogare e confrontarsi con altri portatori di interesse attivi nel territorio.

brochure_convegno_23.03.22

 

NEWS CORRELATE

ETG misura la temperatura record di -35,58°C

24 Gennaio 2024

Raggiunta la temperatura record di -35,58 °C (20/01/2024 alle 06.15) presso la stazione meteo ETG installata per ARPA Veneto presso Dolina Campoluzzo. La temperatura eccezionale, il cui grafico della registrazione è rappresentato in basso, è stata acquisita dalla nuova stazione […]

Continua

Nuova boa ondametrica al porto di Ortona

3 Gennaio 2024

Nell’ambito del progetto Interreg Adrion – Ecowaves, ETG si è aggiudicata la procedura di gara per la fornitura di una boa ondametrica direzionale e dei connessi servizi di installazione e gestione della durata di 24 mesi per l’Autorità Portuale del […]

Continua