ETG e il consorzio INSIDERAIN siglano un accordo con la NASA per la condivisione di dati pluviometrici

6 Maggio 2022

Il consorzio INSIDERAIN e NASA-GSFC hanno siglato un accordo per condividere i dati dei sensori pluviometrici sperimentali realizzati nell’ambito del progetto cofinanziato dal Programma Operativo Regionale (Por) – Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR) 2014-2020 della Commissione Europea attraverso la Regione Toscana. L’obiettivo del progetto INSIDERAIN è sviluppare e validare tecnologie e prodotti innovativi per il monitoraggio delle piogge, con specifica applicazione in agricoltura. Nel progetto INSIDERAIN si realizza la ricostruzione multiscala del campo piovoso utilizzando tecniche tomografiche e una rete di sensori composta da ricevitori Eutelsat IoT First SmartLNB, un innovativo pluviometro con autodiagnosi e un ricevitore multisatellitare, in grado di rilevare la pioggia mediante il monitoraggio dell’attenuazione dei segnali televisivi satellitari.

Oltre ad ETG, il consorzio INSIDERAIN è composto da MBI Srl, Stargate Consulting Srl ed enti di ricerca quali Università di Pisa, Università di Firenze, Consiglio Nazionale delle Ricerche e Consorzio LaMMA.

Il Goddard Space Flight Center della NASA a Greenbelt, nel Maryland, svolge un ruolo fondamentale in tutti gli aspetti delle missioni dell’agenzia, dallo sviluppo alla deorbita. Più di 50 veicoli spaziali Goddard esplorano la Terra e volano attraverso il sistema solare, raccogliendo osservazioni da analizzare e studiare da scienziati di tutto il mondo. Le missioni di Goddard supportano molteplici discipline scientifiche, tra cui scienze della Terra, scienze solari e ambiente sole-Terra, studi planetari e astrofisica. Goddard è la sede operativa del venerabile telescopio spaziale Hubble; studia la tenue atmosfera di Marte con MAVEN e la superficie del Pianeta Rosso con gli strumenti a bordo del rover Curiosity; osserva la Luna con LRO e osserva il nostro Sole con il Solar Dynamics Observatory e la Parker Solar Probe. GPM, Landsat e una miriade di altri satelliti monitorano la Terra e il nostro clima che cambia.

NEWS CORRELATE

ISPRA sceglie ETG per il video monitoraggio dell’erosione costiera

20 Maggio 2024

Gli ultimi anni ci hanno ricordato quanto il cambiamento climatico stia diventando sempre di più una realtà dei nostri tempi influenzando in maniera negativa tutto l’ecosistema naturale ed in particolare quello costiero. Le perturbazioni, quindi, portano piogge particolarmente concentrate che […]

Continua